Una giornata con Harry Potter

Presso i Warner Bros. Studios di Londra

Knight Bus

Ebbene sì, devo ammetterlo, anche io sono una fan del maghetto inglese!

La saga di Harry Potter, a mio parere, si differenzia da molte altre recenti serie cinematografiche (del genere Supereroi, per esempio) per un importantissimo fattore: dietro alle avventure del giovane mago c’è una vera scrittrice e una vera storia. Le trame sono complesse, articolate, fantasiose ed affascinanti. Gli effetti speciali in questi film arricchiscono una trama gia’ di per se’ appassionante, a differenza di tanti altri film (ahimè) in cui gli effetti speciali SONO il film e la trama risulta un accessorio di scarsa importanza…  

Cosi’, dopo aver guardato tutti i film e aver letto (quasi) tutti i libri, ho pensato fosse arrivato il momento di andare a vedere di persona i Warner Bros. Studios di Londra. Sono partita con alte aspettative e devo dire che non sono rimasta delusa…

I fan del maghetto ne andranno matti e non parlo solo dei piccoli fan, la visita è molto interessante e divertente anche per gli adulti!

La casa dove e’ nato Harry

La visita

Dopo la visione di un interessante video introduttivo, il tour vero e proprio inizia alla grande, introducendovi nella stupenda Great Hall

Costruito nel 2000 in occasione del primo Harry Potter e la pietra filosofale, il set è poi stato utilizzato per altri 6 film della saga. La spettacolare sala include i costumi degli studenti di ciascuna delle quattro case di Hogwarts (Grifondoro, Serpeverde, Corvonero, Tassorosso) più due lunghissime tavole imbandite ed sontuosamente apparecchiate per la cena. In fondo alla sala si può ammirare il tavolo degli insegnanti e i relativi costumi. 

Quello che piu’ si apprezza durante tutta la visita sono i dettagli, la cura per ogni piu’ piccolo particolare, anche per quelli che spesso, nel ritmo concitato dei film, sfuggono e passano inosservati. 

Great Hall

Durante il tour e’ normale essere combattuti tra il desiderio di approfondire ogni cosa e osservare l’elaborata fattura di ogni oggetto, e la tentazione di correre a vedere cosa si trova dietro il prossimo angolo. I set contengono milioni (letteralmente!) di oggetti, quindi mettetevi il cuore in pace perche’  vedere tutto e’ praticamente impossibile; cercate solo di godervi il piu’ possibile l’esperienza! 

Il percorso si sviluppa lungo la ricostruzione degli ambienti dove si svolgono le vicende di Harry nel corso degli 8 film (e 7 libri della Rowling).

Visiterete, tra le altre cose, la camera da letto e il salottino degli studenti di Hogwarts, lo studio del professor Dumbledore, la capanna di Rubeus Hagrid, villa Malfoy (in occasione dell’uccisione della povera professoressa di Babbanologia, Miss Charity Burbage), la Foresta Proibita abitata dagli enormi ragni… e tanto tanto altro.  

I set e gli oggetti sono quelli originali utilizzati sul set.  Vedere come sono state realizzate le scene e quanto lavoro c’è dietro ad ogni dettaglio, non solo non vi fara’ perdere il senso di magia delle storie della Rowling, ma anzi darà ulteriore valore a questi bellissimi film.

Lo studio del Prof. Dumbledore (Silente)

Lo Studio Di Dolores Umbridge

Grande attenzione è stata rivolta alla creazione dell’unico ufficio rosa del Ministero della Magia, compresa la collezione di piatti con vari gattini in movimento. Per creare l’ufficio hanno dovuto fotografare e filmare gattini veri con sfere di cristallo, cappelli da strega e gomitoli di lana. Dicono sia stato un lavoraccio!

Diagon Alley 

Probabilmente il mio set preferito (anche se la scelta è ardua). Il design originale della strada combina i ricchi dettagli dei libri di Harry Potter con l’ispirazione delle strade descritte nelle opere di Charles Dickens. Ci sono infatti un paio di vicoli a Londra che sembra abbiano ispirato questa strada, (ma di questo ho parlato in un altro articolo…).

Diagon Alley ospita tra gli altri la Gringotts Bank, Flourish and Blotts, la farmacia di Mulpepper e la polverosa bottega di Ollivanders, dove, forse ricorderete, la bacchetta di Harry lo ha scelto. Durante le riprese il negozio ospitava oltre 17.000 confezioni di bacchette etichettate individualmente.

Il Binario 9 3/4

Per questo set é stato ricreato un vero e proprio binario con treno. La maggior parte delle scene del film sono state girate a Kings Cross Station a Londra, tuttavia per l’ultimo episodio una parte della stazione è stata ricreata negli Studios. L’Express di Hogwarts ha fornito lo sfondo per il primissimo scatto mai catturato per Harry Potter e la Pietra filosofale e poi, dieci anni dopo, per l’ultimo scatto dell’intera serie in Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2. La vera locomotiva e le carrozze passeggeri sono state utilizzate in tutto il Regno Unito per creare le viste esterne del treno, mentre uno speciale set di carrozze interne è stato utilizzato per tutte le scene che si svolgono all’interno del treno.

Art Department

Questo dipartimento è responsabile della progettazione e della creazione di migliaia di oggetti di scena che hanno contribuito a ricreare la magia del mondo ideato da J.K. Rowling.  Tra le altre cose sono state stampate 40 edizioni diverse del Daily Prophet. Lo sapevate che per dare loro un’aria vissuta, ogni copia e’ stata invecchiata immergendola in un caffè diluito e lasciata poi asciugare prima di stirarla? 

Dopo circa 3 ore di scoperte, il tour termina in maniera spettacolare con la ricostruzione in scala del Castello di Hogwarts.

I filmati di questo modello meticolosamente costruito sono stati combinati con effetti digitali per creare indimenticabili visioni realistiche dell’esterno della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Una squadra di 86 artisti e membri dello staff ha costruito la prima versione del castello di Hogwarts per Harry Potter e la Pietra Filosofale

Il castello di Hogwarts

Consigli e informazioni:

  • I giovani visitatori non devono dimenticare di richiedere l’Activity Passport dove potranno farsi apporre dei timbri in alcuni punti chiave del percorso (alla Platform 9 ¾ e alla Gringotts Bank per esempio).
  • Circa a meta’ percorso troverete il coffee shop degli Studios dove potrete assaporare la mitica Burrobirra… Personalmente non l’ho assaggiata, mi hanno detto che è tanto, probabilmente troppo, dolce ed ovviamente analcolica. La prossima volta magari avro’ piu’ coraggio :)!  Fatemi sapere se qualcuno di voi l’ha assaggiata e cosa ne pensa…!
  • Definite in anticipo un budget per gli acquisti. Tenete presente che i negozi all’interno degli Studios sono pieni di tentazioni e i prezzi sono piuttosto cari.  Una bacchetta magica costa 30 sterline e una sciarpa con lo stemma di uno delle 4 case di Hogwarts costa circa 27 sterline. 

Per concludere, qualche informazione pratica. Va detto che la visita non è economica (il biglietto per gli adulti costa 41 sterline e 33 per i bambini; esistono pacchetti famiglia che possono fare risparmiare un po’); ma quello che ti offre è davvero tanto. Gli Studios si trovano a circa 1 ora da Londra, per cui può essere comodo il pacchetto offerto da diverse agenzie che comprende il viaggio in bus dal centro di Londra più il biglietto di ingresso. In alternativa si può prendere il treno. La visita dura circa 3 ore e mezzo (ma non c’è problema se volete trattenervi piu’ a lungo). 

Gli Studios sono sempre piuttosto affollati ma l’organizzazione è molto buona e il flusso delle persone raramente infastidisce. 

Mi raccomando ricordatevi di prenotare con largo anticipo! E buon divertimento!

Una delle star del film

3 pensieri riguardo “Una giornata con Harry Potter

  1. La visita alla studios deve essere stata affascinante ! Specie dopo,aver visto i film…. dalle foto sembrano stupendi!! Bravissima!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *